TagCloud:


Link to us:



  Blogs & Sites:



 






Mondo Di Vino
Mondo Di Vino





[10/21/2020, 08:10] Birre di Franconia e difetti. Un laboratorio con Simone Cantoni
La Sorgente del Vino

Ed ora qualcosa di completamente diverso. Ho seguito un interessante laboratorio sui difetti riferibili alle birre di Franconia, tenuto da Simone Cantoni a Genova, al pub del cuore (Scurreria). L'argomento, declinato a quel modo, pare un po' tremendo, ma in realt? ? stato un lavoro di studio alquanto interessante, reso anche facile dall'abilit? del relatore.

Si ? parlato di difetti pur avendo nel bicchiere birre non esattamente difettate, ma semmai contrassegnate dal carattere rustico della birra fr?ncone - non ? stato un assaggio di birre didattiche (cio? cattive), ma un viaggio attraverso i possibili difetti che, tra un'olfazione e un sorso, potevano essere descritti attraverso quegli elementi di carattere. Queste le birre che hanno accompagnato il lab:

1. Hofmann Gr?fenberg Helles, 4,9% vol
2. Pfister Schwarzer Keller, 4,9% vol
3. Elch-Br?u Dunkel, 5,1% vol
4. Knoblach Stammberg Bock, 7% vol

Ecco il (lungo) estratto video, in due parti. Mettetevi comodi, possibilmente con una birra fr?ncone nel bicchiere. 





Per sapere qualcosa in pi? sulle birre di Franconia, consiglio questa lettura.


TrackBack
[06/26/2008, 14:22] I fighetti, gli appassionati e... la gggente
E' in corso un dibattito veramente interessante e un dato curioso è che lì, tra le decine di interventi, così come altrove (IDR, il mangione) il mondo viene diviso in fighetti, gourmet & appassionati da un lato e "la gggente"...
TrackBack
[07/12/2008, 22:06] Suvvia ministro Zaia non faccia anche lei il politicamente corretto!

La Sorgente del VinoSuvvia Ministro Luca Zaia, lei che vuole essere concreto e dalla parte della gente, e si ? detto pronto a ?sporcarsi le scarpe? occupandosi dei tanti problemi del Ministero delle Politiche Agricole, non faccia anche lei, come tutti, il ?politicamente corretto?!
Se mi permette un - disinteressato - consiglio, eviti accuratamente in futuro, come ha invece fatto nella vivace intervista al Magazine del Corriere della Sera, accompagnata da una foto che la ritrae in giacca e cravatta e fazzoletto verde padano d?ordinanza nel taschino, mentre brandisce piccone e badile tra i vigneti di Montalcino, di ripercorrere le orme dei suoi predecessori, che sembravano soffrire di un inferiority complex nei confronti di quello che per molti doveva diventare o era considerato il ministro ombra il titolare del dicastero che fu di Alemanno e poi di De Castro.
Sto parlando del ?quasi santo? e del futuro ? e molto contestato ? docente di ?sociologia dell?ambiente e del territorio? all?Universit? di Studi di Torino, del lider maximo e capataz della golosa associazione della Chiocciola Carlo Petrini
Se vuole essere davvero diverso, e accreditare un’immagine (credo molto gradita alla gente) di decisionista, che decide senza guardare in faccia a nessuno, infischiandosene di poteri forti, antiche consorterie e camarille, gruppi di pressione e lobbies varie, bene, alla classica domanda di Vittorio Zincone sul Magazine ?a cena col nemico??, non risponda pi?, come ha fatto, ?Carlo Petrini, di Slow Food. So che ? di sinistra. Ma d?istinto sento che c?? qualcosa che ci accomuna?!
Va bene dare prova di essere uomini di mondo e di aver capito come vanno le cose, anche nel mondo dell?agroalimentare italiano, dove tutti, da destra a sinistra, parlano bene di Carlin, ma si risparmi certi complimenti, certi omaggi automatici e riconoscimenti, che ormai fsuonano stucchevoli e d?ja vu.
A meno che non pensi anche lei, come ha pensato il nuovo Sindaco di Roma Alemanno prima o dopo le elezioni, che una ?benedizione? e un placet di Petrini siano importanti per poter diventare nel 2010 il primo presidente leghista della Regione Veneto? ?
??

TrackBack
[05/25/2008, 16:24] Formati pubblicitari speciali: peel adv
L'effetto peeling (in italiano qualcosa di simile a "sbucciatura"), consiste nell'apporre sull'homepage del sito ospitante un particolare effetto che in assenza di azione da parte dell'utente si presenta in questo modo : La Sorgente del Vino In presenza di uno spostamento del mouse dell'utente sulla piccola "sbucciatura" della pagina, si apre invece una pubblicit? sottostante con un effetto simile a quello che si ha quando si sfogliano le pagine di un libro. Questa immagine ? ovviamente collegata alla pagina di destinazione dello spot. Ecco un esempio di quel che accade quando un utente posiziona il proprio mouse sul piccolo spazio in alto a destra dell'immagine precedente : La Sorgente del Vino Si tratta sicuramente di un effetto piacevole e discreto che non disturba l'utente in fase di navigazione come fanno per esempio le fastidiosissime e ormai desuete pop up, bloccate ormai da quasi qualsiasi browser. L'effetto peeling si fa notare solo nel momento in cui ? l'utente ad incuriosirsi e a puntare il mouse sopra lo spazio pubblicitario in piccolo e non viceversa. Il peel advertising ? uno strumento che VinoClic vende sui siti dei propri editori come sponsorizzazione fissa su base mensile. Per informazioni, clicca qui.
TrackBack
[05/22/2018, 09:51] Best Drug Rehab Treatment Facilities

Most drug addicts are isolated from the rest of the community because they are regarded as people who are living a lifestyle that they chose. What most us do not apprehend is that; drug addiction is a disease. Once you buy the idea that drug addiction is a disease, you will be able to help people who are facing this problem. We should all fight together to have a drug free society. In fact, addiction has made many families break, young kids, to get involved in socially unaccepted activities like thuggery and prostitution. That is why there are many drug rehab treatment facilities all over the world. These facilities are working hard to hell those people that are engulfed in this drug addiction menace. You are probably reading this post because you are the victim or you want to help someone you know. Actually, the first step towards healing this problem is by self-acceptance. We just want to let you know that you are on the right track and doing the right thing. Our guide will help you to find the best drug rehab treatment facilities within your locality. Keep reading in order to make the right selection.

La Sorgente del VinoFunding

Most of these facilities are private and you need to pay for the services that you will be offered. After conceiving your idea to go for a rehab, you should keep in mind the type of financial support you will need. Always inquire about the cost of service in each facility before making up your mind. Actually, several programs for drug rehabilitation accept the insurance. If you have a health insurance cover, consider shortlisting those facilities that accept the insurance. This will make your healing process very simple. At such a situation, you need maximum concentration and less stress since most people are willing to leave drug but they get back due to lack of funds. So make sure you choose a facility that accepts an insurance if you have one. And if you do not have once, there are facilities that offer cheap yet quality services.

 

Availability of a Drug Detox

 

For alcohol and opiate addicts, they are required to attend any detox program available. The right facilities for this kind of people are one that offers a detox program. Actually, for those who do not know what a detox means; it is a situation when your body is suffering from withdrawal. Withdrawal symptoms are normally due to lack of any drug in your body system. In most cases, alcohol addict suffers from seizures. It is, therefore, good for you to choose a treatment facility that embraces detox programs for a better healing process.

 

Aftercare

 

You need to focus on what happens after the rehab is finished. Statistics show that quite a good number of former addicts return to their past ways due to lack of aftercare services. If you are ready to do away with drug addiction, make sure you choose a drug rehab facility that monitors its patients even after the treatment is done. You can ascertain this by getting referrals from a friend and family members. After your recovery process, you surely need an aftercare program to keep you on track. And any facility offering this is a sure bet for a permanent …

TrackBack
[05/24/2008, 18:26] VinoClic a Terroir Vino
La Sorgente del Vino Invitiamo tutti gli editori, gli inserzionisti e le agenzie media a partecipare a Terroir Vino, la quarta edizione del meeting nazionale organizzato da TigullioVino.it, momento d'incontro tra operatori e appassionati del vino e mondo della comunicazione online nel settore wine & food. L'appuntamento ? per luned? 16 giugno a Palazzo Ducale a Genova e in tale occasione VinoClic avr? un proprio spazio espositivo tramite il quale sar? possibile approfondire le attivit? del network. Chiunque desiderasse fissare un appuntamento tra le ore 11.00 e le ore 22.00 di luned? 16 giugno, potr? farlo scrivendo a : info@vinoclic.it o telefonando al 347 2119450.
TrackBack
[09/18/2008, 17:10] CSS Guida Completa

La Sorgente del VinoIl libro illustra come attraverso i CSS (Cascading Style Sheets, Fogli Stile a Cascata) sia possibile sviluppare siti web usabili, accessibili, belli e, non meno importante, economici da gestire. La specifica di riferimento ? CSS2 che viene analizzata da un punto di vista sia teorico sia pratico. La prima parte ? dedicata all'introduzione dei concetti che stanno alla base dei CSS illustrandone la sintassi e le regole di formattazione. Nella parte centrale l'autore si dilunga invece nell'esposizione di diverse tecniche di sviluppo per impaginare e definire i vari elementi di una pagina web Non manca una parte su filtri e hack, ma quello che emerge con forza ? come i CSS, oltre a essere un potente strumento di sviluppo, permettano di esaltare la creativit? dei web designer. L'ultimo capitolo presenta infine alcuni progetti completi, una proposta di metodologia di lavoro insieme a una sintesi di quanto precedentemente esposto. Tutto il libro ? impostato nell'ottica ''HOWTO" e ogni spiegazione ? accompagnata da esempi di codice e immagini che ne facilitano la comprensione.

  • Gianluca Troiani, studi di ingegneria elettronica, ? un esperto utilizzatore di CSS. Webmaster per professione, si ? avvicinato agli standard W3C per sperimentare tecnologie e metodi di lavoro pi? efficaci, in grado di creare siti Web usabili ma anche accessibili, oltre che economici da gestire. Nei CSS ha trovato un potente strumento per definire l?aspetto delle pagine Web, semplificando il lavoro dei webmaster e migliorando l?esperienza di navigazione degli utenti. Dalla sua esperienza ? nato il sito www.constile.org, oggi uno dei punti di riferimento per chi in Italia si interessa dei Fogli Stile a Cascata (Cascading Style Sheets). Info: libri@apogeonline.com
TrackBack
[01/01/1970, 00:00] La canapa in festa
TrackBack
[11/18/2008, 22:54] La riscossa del Bardolino: in finale per i tre bicchieri
La Sorgente del VinoIl titolo ? quello dell'articolo comparso luned? sulla Pagina del Gusto, curata da Morello Pecchioli sul quotidiano L'Arena di Verona.
Il pezzo lo riporto qui sotto.
"La stampa che si occupa di vino sta riscoprendo il Bardolino: lo testimoniano le guide appena arrivate in libreria. Non era mai successo che un Bardolino approdasse alle ambitissime finali dei Tre Bicchieri della guida "Vini d'Italia 2009" edita da Gambero Rosso e Slow Food. Tre i Bardolino finalisti quest?anno, segnalati sulla guida con due bicchieri rossi: il Superiore 2006 di Corte Gardoni, Valeggio sul Mincio; il Superiore Munus 2006 di Guerrieri Rizzardi, Bardolino, e il 2007 dell'azienda agricola Le Fraghe di Matilde Poggi, Cavaion Veronese. La guida evidenzia come ?il Bardolino possa essere un vino di grande attualit? e valore; interpretare la corvina, protagonista assoluta dei rossi veronesi, come fosse un pinot nero, trasmette al vino una splendida espressivit? aromatica di frutti di bosco e pepe, leggerezza gustativa, sapidit? e tensione acida?.
Segnalazione di prestigio anche per l'azienda agricola Cavalchina di Luciano e Franco Piona, Custoza: il loro Bardolino Superiore Santa Lucia 2006 ha ricevuto la "menzione ad honorem" nella guida "Vini Buoni d'Italia" del Touring Club".
TrackBack
[06/12/2008, 13:07] Leone de Castris, Five Roses IGT

Leggendo l’articolo precedente di Max, mi ? venuto in mente questo che ? uno dei miei vini rosati preferiti scoperto durante il corso dell’ONAV: il Five Roses IGT di Leone de Castris.

Oltre alle qualit? proprie di questo vino, mi ha affascinato la storia della sua nascita che risale al 1943. Fu, infatti, sul finire dell?ultima guerra che il generale Charles Poletti, commissario per gli approvvigionamenti delle forza alleate e, dal 1942 al 1943, governatore dello stato di New York, chiese una grossa fornitura di vino rosato. Italiano si, ma dal nome rigorosamente americano.

Perch? proprio Five Roses? Non lo so con esattezza, ma pi? concause sembrano portare a questa scelta:

  • Nome di una contrada nel feudo di Salice Salentino, ?Cinque Rose? appunto;
  • Per caso o per tradizione, la maggior parte dei conti Leone de Castris ha avuto cinque figli;
  • Il nome ricorda molto un prodotto tipico e dal nome rigorosamente americano come il bourbon Four Roses… Ammetto che questa ? pi? una mia congettura, ma per il mio gusto personale credo sia comunque meglio averne cinque di rose invece che quattro… Che poi son pari e non va bene!

Se avete altre informazioni in merito aspetto curioso, come sempre per le storie che girano intorno al vino, i vostri commenti.

TrackBack
[05/02/2008, 08:11] Vino e premi letterari
Chi segue da tempo questo blog e ha fatto caso al bannerino qui di fianco non si stupir? di questa segnalazione. Adoro la letteratura e la narrativa rappresenta per me quell’altra met?, non meno importante del vino, che mi completa e senza la quale non potrei mai essere la stessa persona. E’ per questo che [...]
TrackBack
[09/13/2020, 23:15] A letter, found in an abandoned home, next to a stream of unconscious and constant agitation
[Editor's note: this letter was unsigned inside an envelope on the desk of the empty home. It could be the letter was written by the owner of the home. But we have no idea who lived there as all records disappeared after the Great American Passage in 2021.]

La Sorgente del Vino
Dear Italy,

What I am about to write to you might not be welcome. After all, I am merely an imperfect American. And we all know now that Americans are finally being leveled by their own foolish acts after all these years. Finally, the chickens have come home to roost.

And that is what I am writing about to you today ? home. Yours. And ours. Let?s start with yours.


La Sorgente del Vino

You all spent three months in isolation, through the late winter and all through the spring. I know how hard it must have been to isolate in your room, your apartment, your chalet, your villa or your castello. You live to be with the others. And this confinement must have made you anxious for the outside world.

And so, as summer approached and as your country started lifting the restraints upon your personal freedom, seeing as the collective good was deemed to be no longer in jeopardy, you went out in the world.

Well, you couldn?t go to Thailand or New York, Singapore or Copenhagen, not so easily. But you still had Italy. And you went about country, making up for lost time.

And we all saw it in glorious color. The elaborate foods, the wonderful restaurants. Posing with the chef, sans masks. You were all so very daring. But not really. You believed you had conquered the coronavirus. Italy won in record time and had vanquished the interloper.

La Sorgente del Vino

You took to the beaches and became as bronze as Zeus. You took to the sea and commanded the waves like Poseidon. You hiked in your mountains and became as Artemis. Because you are young and have been young all your life. As are the gods. And both immortal, as you like to believe.

But now summer is over. Coronavirus did not take the summer off. It took to the air and came to America. Here, in the realm of magical thinking, where no virus can ever conquer one?s thoughts or hopes or fears or ignorance. And here it had a field day. ?Like shooting fish in a barrel,? one overheard one of the coronae saying to another at a crowded bar. ?Another round for the house,? the other one said, and they laughed like the god Hades. And they moved down the street to another bar, and another bar, until the bars closed for the night.

And so it went. And so it still goes. America can look back to that first spring as the ?golden days? of the coronavirus. And as the days get shorter, and the weather gets colder, and the leaves begin to fall from the trees, the work here is just getting started. There are plenty more fish in the bucket.

Meanwhile, back in Italy, you are looking to your vines, and picking the grapes. Now the pictures on your social media feed will curate clusters of ripe grapes, and bladder presses and cute little videos of fresh grape juice waiting to metamorphose into wine. And in 9 months you will put pictures of glasses and bottles of the fresh ros? on your Instagram feed, along with your perfectly arranged plates of grilled calamari. And those of us watching from our 7th circle in Hell will wish we had found the cure, like you showed us you had. And we will once again be a little jealous of your freedom and your innocence and your youth and your resilience, #LivingYourBestLife, right in front of all of us ? suckers and losers ? Americanos. At least, those of you who survived the winter and the resurgence and the virus that knows nothing of miraculous ratiocination and social media and posts and stories and reels and likes and more likes.

La Sorgente del Vino

And one of you will write to me, asking me why I am so angry, why cannot I just let you enjoy your life and your country and your home (or homes). And I will not say anything more, because, I will still be home, waiting for the storm to pass. This home, which is on this giant ship of fools, flinging itself across space at speeds unimaginable.

But if you have found this letter, chances are I have not made it through the winter and am now ambling about in some bardo looking for the door out. And you will have been right, for you are still alive and reading this, and I am no longer.

And who now, will drink your wine?

La Sorgente del Vino



wine blog +  Italian wine blog + Italy W
TrackBack
[07/07/2008, 15:34] una serata diversa
TrackBack
[07/13/2008, 18:00] I mercati del vino in Europa e nel mondo secondo Constellation Brands

[English translation at the end of the document]
Riprendiamo il discorso di Constellation Brands per analizzare la sua strategia fuori dal mercato USA. In due parole, CB si propone di entrare in quei mercati dove il consumo si e? evoluto verso i vini di qualita?, mentre sono ancora considerati marginali quei mercati (come per esempio l?Italia o anche la Francia) dove il prezzo al dettaglio per bottiglia resta sotto una soglia minima, che viaggia intorno agli $8 per bottiglia (corrispondente come abbiamo visto all?inizio della categoria superpremium). Ecco quindi che i suoi mercati critici sono USA, UK, Australia, Canada e Nuova Zelanda. Restano fuori, anche se con le giuste caratteristiche, India, Giappone e Irlanda, che pero? hanno una dimensione ancora irrisoria per il mercato del vino.


La Sorgente del Vino
(more…)

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino
TrackBack
[05/16/2008, 08:29] Wine Time

La scorsa settimana ero a Roma per alcuni impegni di lavoro. Uno di questi impegni si ? concluso con aperitivo cena e digestivo al Wine Time, wine bar e ristorante vicino a Castel Sant’Angelo. Questo bel locale si trova infatti in Piazza Pasquale Paoli.

Come aperitivo, ho preso un paio di Negroni. I miei compagni di merende (Alessio, Angelo e Elena: i primi due sono tra i coautori di Drink a drink, Elena invece ogni tanto scrive anche qui su Di vino & cibo) invece si sono scolati un paio di Americani (che Bacco abbia piet? di loro).

Quando Alessio ed Elena ci hanno lasciati per rientrare in Toscana, Angelo mi ha chiesto se volessimo cenare l? o cambiare ristorante. Dato che al Wine Time avevo cenato un anno fa (anche in quell’occasione, Angelo presente) e quindi ricordavo che si mangiava molto bene, ci siamo fermati.

E cos?, tra un bel tagliere di formaggi e salumi ed un filetto di manzo (rigorosamente grondante sangue), ci siamo riempiti la pancia e sollazzati lo spirito (e magari Angelo nei commenti mi ricorder? che vino ci siamo scolati…).

Per finire in bellezza la serata, due bicchieri di Macallan Fine Oak 18.

Se volete leggere qualcos’altro sul Wine Time, potete leggere un post scritto da Angelo su Drink a drink.

Per finire, le informazioni utili:
Wine Time
Piazza Pasquale Paoli, 15 - 00186 - ROMA
Telefono e fax: (+39) 06.68.75.706
E-mail: wine@winetime.it
Chiuso la domenica.
Orario di apertura: dalle 12.00 alle 02.00

La Sorgente del Vino La Sorgente del Vino La Sorgente del Vino
TrackBack
[04/09/2008, 08:31] Un megainceneritore a due passi da Roma, nel cuore dei Castelli Romani
Mi riaggancio alla segnalazione fatta un paio di giorni fa dalla mia carissima amica Veronica e al post impeccabile di Roberto che ha spiegato davvero tutto, perch? ? bene segnalare anche qui una notizia a dir poco agghiacciante. Di un caso simile se n’era parlato gi? a suo tempo, quando volevano mettere un gigantesco [...]
TrackBack
[04/18/2008, 13:19] Vinexpo apre un blog

La Sorgente del Vino

La mania del blog sta contagiando anche anche il nostro settore del vino, persino Vinexpo, la fiera del vino internazionale che si tiene a Bordeaux, che ha da poco aperto il Vinexpo Blog. Perch? dico mania? Perch? c’? modo e modo di aprire un blog. Vediamo cosa dice la stessa fiera:

Vinexpo is the internazional wine and spirits exhibition, which is also the venue for people to meet and exchange ideas. It constitutes a focus point where all knowledge and expertise in the sector converges. We seek to use this international recognition that has been built up over the years here for your benefit. We have created the Vinexpo blog to share information on this constantly evolving world with you.

Le premesse sembrano buone, ma: ? davvero un blog quello di Vinexpo? Per avere un’idea di blog vi rimando qui. Se si va alla homepage del sito istituzionale della fiera noterete il grande spazio destinato al blog.

La Sorgente del Vino

Tuttavia, come sottotitolo riporta: news about wines & spirit business. Non a caso il blog ? il luogo in cui vengono pubblicate notizie categorizzate in cinque aree:
- market developments
- business news
- new products and market trends
- responsible drinking issues
- news about the exhibition, naturalmente

L’aggiornamento sembra essere costante, lo sto monitorando da diverse settimane e negli ultimi giorni sembra stia aumentando il numero di notizie pubblicate. Ci si pu? abbonare via RSS o via Newsletter, il che ? positivo. Inoltre, ? disponibile sia in lingua francese che in lingua inglese.

Ma, a mio avviso, ci sono dei punti per i quali il blog non potrebbe essere chiamato con questo nome: manca la possibilit? di lasciare commenti e, soprattutto, non crea nessuna discussione ne condivisione di idee nonostante il suo intento. Infatti, i post non sono altro che agenzie prese da altri o di Vinexpo, agenzie pubblicate senza alcuna interperetazione n? possibilit? di conversazione.

The blog today resembles a logbook chronicling events and is already a useful monitoring tool for market trends and industry news, but this is only a first step towards what Vinexpo intends it to become ? a fully fledged industry forum.

Vedremo se per il momento si tratta di una fase beta di test, aspettiamo i prossimi mesi per vedere gli sviluppi futuri. Ci? che ? significativo ? come ormai il termine blog abbia fatto breccia ovunque.

ShareThis

TrackBack
[07/24/2008, 18:00] Constellation Brands - risultati primo trimestre 2008

[English translation at the end of the document]

Appena dopo aver mostrato agli investitori la strategia, Constellation Brands ha riportato dei risultati eccellenti nel primo trimestre del 2008/09 (Marzo-Maggio 2008). In tre parole: nel segmento dei vini la crescita organica e? stata del 15% (anche grazie al fatto che nel Q1-07 le vendite erano scesi dell?8%), ma soprattutto i margini stanno migliorando sensibilmente, dopo le acquisizioni nel vino premium e la quasi completa uscita dal segmento del vino sfuso e all?ingrosso. I principali indicatori sono tutti positivi: le vendite salgono del 3% a USD930m (ma la crescita organica e? del 13% a livello consolidato, inclusi gli spirits), l?utile operativo cresce del 33% a USD91m e l?utile netto (che include anche il contributo della divisione birra) fa segnare un progresso del 50% a USD45m.


La Sorgente del Vino
(more…)

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino
TrackBack
[09/07/2020, 07:27] Ristorante Badalucci ? Lugano, Svizzera ? Chef Marco Badalucci

Marco Badalucci porta finalmente a Lugano il ristorante ?risolto? per quanto concerne la voglia di Italia. Cucina verace e concreta che parte prima di tutto dalla materia, prima in ogni senso, e prosegue nell?indirizzo di una destinazione rassicurante, accompagnati da mani solide e preparate che si muovono per emozionare, rinnovare e ricordare. Buona regia in sala, con una carta dei vini interessante in continuo cambiamento, oltre ad un gazebo esterno che serve ogni tipo di sfizio sulla riva del fiume tra una sottile brezza e l?ombra delle piante. Il nostro indirizzo su Lugano, testato, certificato, consigliato!

 

La squadra

Staff di cucina
Chef Patron: Marco Badalucci
Sous Chef: Gabriele Baldasso
Pastry Chef: Cristian Napoli

Staff di sala
General Manager Patron: Matteo Galbani
Maitre: Chiara Verga?
Sommelier: Brunella Bolge Gerente
Bartender: Alice Uccheddu??

 

Il chiosco all’esterno…

La Sorgente del VinoLa Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

L’entrata del ristorante.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Uno sguardo ai dettagli del ristorante.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La mise en place.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Uno sguardo al dehor.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Lo Chef nel suo regno!

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Vista la splendida giornata iniziamo con l’aperitivo all’aperto insieme allo Chef Marco.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Iniziamo con Spumante Metodo Classico Dosaggio Zero Blanc de Blancs – Divella

Si presenta di colore giallo paglierino intenso, con bagliori dorati e con perlage persistente e fine. Al naso si esprimono freschi e croccanti sentori di frutta gialla e di agrumi, che si uniscono con raffinate note di pasticceria e panificazione. Queste stesse fragranze persistono anche nel palato, per un sorso di buona beva, equilibrato e lungo.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

In abbinamento degustiamo: una cialda di riso Venere con salsa guacamole,?tartare di branzino al limone con croccante di riso Venere, maionese di gamberi rossi di Sicilia con cialda di riso Moncucco e fiorellini.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Ci spostiamo all’interno del ristorante.

Tipologia pane: pane con lievito madre e farina di semola rimacinata, ?pane con lievito madre e curcuma, focaccia all’olio EVO siciliano, panini allo zafferano, panini con canditi d’arancio e pepe rosa, cialde di riso bianco e nero.

La Sorgente del Vino

Assaggiamo insieme al pane l’olio extravergine d’oliva biologico L’Amabile della Tenuta Chiaramonte.

Si tratta di un blend dedicato ai palati pi? delicati, ha un colore verde tendente al giallo, le percezioni sono di un fruttato leggero con note lievi di amaro e piccante.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Iniziamo con un acceso plateau di crudo con le sue salse.

La Sorgente del Vino

Millefoglie di spigola e foie gras con insalatina di carciofi e gel?e di aceto balsamico.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Insalatina di frutta, verdure con gazpacho di pomodorini e fragole.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Gamberi rossi impanati a crudo con sorbetto di mandorle e salsa al curry.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Spaghetto freddo al caviale con salsa di agrumi e tartare di branzino.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Assaggiamo un calice di Terre Basse, Toscano IGT Vermentino Nero 2018Terenzuola

Si presenta di colore rosso porpora. Il bouquet ? caratterizzato da note fresche fruttate e floreali, che invogliano la beva. Al palato ? di corpo snello e agile, con un sorso elegante e una piacevole freschezza.

La Sorgente del Vino

Proseguiamo con pacchero sashimi con gamberi rossi siciliani e salsa di lattuga al peperoncino.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Eccezionale composizione di ravioli liquidi di piselli con guazzetto di frutti di mare allo zafferano.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Degustiamo un calice di Passo di Tambo Merlot Ticino DOC 2018 – Carlo Tamborini

Si presenta rosso rubino intenso, si apre su note fragranti, floreali e fruttate con richiami ai petali di rosa leggermente passiti e confettura di fragole. Al palato si annuncia ricco, intenso, con tannini di media struttura, morbido e piacevole, molto persistente.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

In abbinamento: raviolo di mortadella ticinese con crema di melanzane alla cenere e scampi.??

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Stratificazione di rombo e gamberi su crema di cipolle di Tropea all?anice stellato. Un piatto incredibilmente elegante e avvincente, con la capacit? di avvolgere il palato in un perfetto equilibrio.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Passiamo a Terrenobili Bianco – Tamborini Vini

Giallo paglierino con riflessi verdognoli. Al naso si percepisce subito il frutto delicato, con note esotiche che ricordano il mango, il lychees fiori di pesco e gli agrumi. Palato fresco, sapido e leggermente aromatico, di buon corpo. Finale inteso e piacevolmente persistente.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

In perfetto accostamento con polipo alla piastra con crema di melanzane alla cenere e salsa di soia caramellate.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

In abbinamento con la prossima portata ci viene servito un calice di Sauternes 2012 – Cru Barr?jats

Lucente oro ramato, si apre con note di fiore, frutta esotica ma anche note speziate. Al palato notiamo un sentore leggermente confettati, senza perdere una buona acidit?. Al finale si percepisce anche arancia amara confit e piccole note di caramello al burro salato.

La Sorgente del Vino

Scaloppa di foie gras caramellato con crema d?albicocche e caff?.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Passiamo a Espe N.5 Merlot Bianco Ticino Doc 2019 – Tamborini Vini

Giallo chiaro con riflessi verdognoli, dal profumo fragrante, fruttato e floreale. Una trama fresca e minerale, sapido, di buon corpo un vino che vuol fare parlare, provocare e ci vuol far divertire.

La Sorgente del Vino

A seguire Rosso Piceno Superiore DOC ?Solest?? 2017 – Velenosi

Rosso rubino il calice, con delicati riflessi granati. Il naso ? ricco, note di frutta rossa matura e confettura, tabacco, cannella, liquirizia e spezie. Coerente nel sorso che si dimostra armonico, equilibrato, persistente e giustamente tannico.

La Sorgente del Vino

In perfetto accostamento al gioco del piccione con le sue frattaglie.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Passiamo ai dessert!

Delizia al limone con bigne? di lamponi e sorbetto.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

In accompagnamento con il prossimo dessert Cuvee Vendemiaire Blanc de Blancs Brut Premier Cru – Doyard.

Perlage fine e sottile, al naso mostra uno stile sapido e concentrato con richiami agrumati. Il sorso ? pulito e coerente con l’olfatto: piacevoli note agrumate iniziali, ottima mineralit? e un finale profumato di crosta di pane. Uno champagne delicato, elegante e di grande intensit?.

La Sorgente del Vino

Rivisitazione buffa della cassata con sorbetto di pistacchi, ricotta di bufala, canditi, cioccolato e lamponi.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Gelato al basilico con parmigiana di melanzane al cioccolato e pistacchio di Bronte.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Un mix di sorbetti per rinfrescarci: lampone, pistacchio , basilico, mandorla e frutto della passione.

La Sorgente del Vino

Uno sguardo alle aragoste freschissime appena arrivate!

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Concludiamo al meglio con L’Amaro dell’erborista – Distilleria Vernelli.

La Sorgente del Vino

E con l’Amaro GenerosoBisbino.

La Sorgente del Vino

Insieme al caff? e piccola pasticceria: pralina con lampone liquido, cioccolato bianco e pepe rosa, cioccolatino con fondente e pistacchio, cioccolato al latte, curry e sale rosa dell’Himalaya.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del Vino

Un GRANDE GRAZIE a tutti e…a presto!

Cucina

Il Ristorante Badalucci di Lugano – A Taste of Art, nasce dall’idea di rinnovare e ricordare. Lo Chef lavora incessantemente per creare nuovi accostamenti e il suo staff lavora nella cura del dettaglio. I piatti seguono la stagionalit? dei prodotti, come ad esempio il pesce, freschissimo, proveniente dal mercato di Milano, che viene trattato con tecniche d’avanguardia, cos? anche per le carni utilizzate che provengono maggiormente dal mercato svizzero e un occhio di riguardo viene dato anche ai piatti vegetariani e vegani, mai banali.

Servizio ed accoglienza

Da piccoli gesti, come la scaraffatura dell’acqua in brocche di vetro soffiate artigianalmente in Italia o il servizio di piccoli snack di benvenuto, l’obiettivo ? coccolarvi.
Le sale sono state progettate nei minimi dettagli per far s? che i propri ospiti si sentano a proprio agio, in un ambiente sobrio e raffinato.

Conclusioni

Al Ristorante Badalucci si possono intraprendere diverse strade tra il business lunch, il catering a domicilio, il menu degustazione o la scelta del menu a la Grande Carte diviso tra 4 principi cardine: ?L?Essenza?, che si basa sui crudi, sali e aromi, ?I primordi e l?evoluzione? un intreccio tra i principi della cucina e l?evoluzione della tecnica, ?La pienezza e l?eleganza? ovvero la massima espressione della ricerca, nonch? ricetta ricca di esperienza ed eleganza, ?Le coccole? in cui si ritrovano i peccati di gola.

La Sorgente del Vino

La Sorgente del VinoViaggiatore Gourmet

 

Ristorante Badalucci di Lugano – A Taste of Art

Via Cassarate 3
6900 Lugano Svizzera
Telefono: +41 (0) 91 2251649
E-mail: info@badalucci.com
Sito: www.badalucci.com

L'articolo Ristorante Badalucci – Lugano, Svizzera – Chef Marco Badalucci proviene da ViaggiatoreGourmet alias AltissimoCeto!.

TrackBack
[04/02/2013, 15:07] OLARRA'S WINERY Logro?o, La Rioja, Spagna
La Sorgente del Vino

OLARRA'S WINERY Logro?o, La Rioja, Spagna, costruita all?interno della struttura di un edificio industriale. 
L?obiettivo del progetto si pone nel definire un coinvolgimento con la struttura esistente e allo stesso tempo di relazionare il visitatore agli odori e ai sapori degli ottimi vini di OLARRA. L?atmosfera che si ? voluta creare richiama, con una particolare attenzione all?uso del colore, il vino, rilassa il visitatore che ha quasi l?illusione di trovarsi in un altro ?ambiente?. La struttura industriale che ospita l?istallazione per? non viene mai dimenticata, perch? riflessa dai vetri degli stand colorati.
La Sorgente del Vino
L?atrio ha una forma esagonale, al piano terra invece, vi ? una zona commerciale, uno spazio degustazione, e uno spazio espositivo, ed una scala, situata in corrispondenza dell?asse del volume dell?edificio preesistente che assume un valore di ?connessione? dei due ambienti. 
Al livello superiore vi sono ancora zone degustazione, una sala conferenze e spazi per uffici che si affacciano sulle superfici vetrate degli spazi sottostanti. 
L'impressione sar? quella di immergersi in un calice di vino....ad ogni modo l'effetto scenografico ? assicurato.



La Sorgente del Vino
La Sorgente del Vino
La Sorgente del Vino
La Sorgente del Vino
La Sorgente del Vino
TrackBack
[05/20/2008, 11:40] La noce moscata

La Sorgente del VinoQuanti di voi usano la noce moscata? Io spesso, o almeno ogni volta penso possa starci bene. Questa adorabile spezia mi sembra che spesso sia utilizzata solo nelle solite ricette: quando si fa la besciamella, in alcuni dolci oppure quando si fanno le polpette o i tortellini.

Questa spezia originaria dell’Indonesia, con il suo inebriante profumo dovuto alla presenza di un olio aromatico, può donare ai cibi delle note veramente particolari.

Una ricettina veloce, in cui la noce moscata dà un notevole contributo in termini di esperienza olfattiva è il mango nello stagno. Si taglia il mango a pezzi non troppo piccoli, lo si mette in una ciotola e gli si versa sopra una parte di aperol, una di ginger ed infine si grattuccia a piacere (io tendo ad abbondare) la noce moscata.

Se mentre preparate questa simpatica e voloce, oltre che gustosissima, ricetta avete degli amici con voi, farete una magnifica figura se macinerete la noce moscata con un macinino professionale molto carino. Penseranno che siete dei veri cuochi :p Provare per credere!

Sto parlando del macina noce moscata della Ad Hoc, che potete acquistare su Granshop.it.

La Sorgente del Vino La Sorgente del Vino La Sorgente del Vino
TrackBack
[01/01/1970, 00:00] Si presenta il libro dei dolci di Salvatore de Riso
Come tutti i grandi, Salvatore De Riso non ha preoccupazione di svelare i suoi segreti dolciari. Così è nato “Dolci del Sole”, edito dalla Rizzoli, e in libreria da oggi. Di più, chi vorrà assistere alla presentazione ufficiale c'è un doppio appuntamento. Il primo si terrà giovedì 27 novembre, 17,30 presso la Feltrinelli di Napoli in Piazza Dei Martiri. Qui, affianco a Salvatore De RIso, ...
TrackBack
[07/10/2008, 17:33] Gutenberg addio?
Me ne vado a Rimini al Bookcamp per ascoltare. Ci vado per cominciare a ragionare sul futuro dell'editoria. Certo, il buon Mario Guaraldi c'è andato giù leggere mettendo come sottotitolo "Grazie Gutenberg. E addio" ma anche se l'addio alla carta...
TrackBack
[11/18/2015, 11:48] Chiaretto loves pizza

La Sorgente del Vino

La Sorgente del VinoL’ennesimo e geniale colpo di marketing del Consorzio di Tutela del Bardolino Chiaretto, alias Angelo Peretti e Paola Giagulli.

Dodici tappe in altrettante pizzerie italiane, tutte premiate con i ?tre spicchi? dalla guida delle ?Pizzerie d?Italia 2016? del Gambero Rosso.

?Ci sono quattro diverse opinioni ? dice il presidente del Consorzio del Bardolino, Franco Cristoforetti Рquando si tratta di decidere che cosa bere con la pizza. Chi beve birra, chi rigorosamente acqua, chi una bibita gassata e chi invece non rinuncia al vino. Noi crediamo che il Chiaretto, il vino rosato del lago di Garda, stia benissimo con la pizza, perché la sua freschezza agrumata lo rende eclettico, in grado di accompagnare benissimo i vari ingredienti che la creatività del pizzaiolo unisce alla pasta. A partire dal pomodoro o dalla mozzarella, che oltretutto è proprio un matrimonio classico del Chiaretto. I salumi, le alici, i funghi, le verdure, perfino il tartufo nero sono tutti incontri gastronomici perfetti per il Bardolino Chiaretto. Provare per credere?.

Il Chiaretto di Bardolino si fidanzerà con la pizza. Imperdibile.

Nel seguito del post il comunicato stampa con tutte le informazioni.

====================
Comunicato stampa

Per sei mesi il Chiaretto incontra alcune delle migliori pizzerie italiane: prima tappa il 22 novembre in Piemonte

Incomincia domenica 22 novembre in Piemonte il tour che nei prossimi sei mesi porterà il Chiaretto in alcune delle migliori pizzerie italiane. Sono dodici le tappe già programmate dal Consorzio di tutela del Bardolino Chiaretto, e altre se ne potranno aggiungere. Si inizia dunque con la pizzeria Pomodoro e Basilico di San Mauro Torinese, gestita da Patrick Ricci, ?ex manager, pizzaiolo per scelta e per passione?, come lo descrive la guida delle ?Pizzerie d?Italia 2016? del Gambero Rosso, che gli ha appena conferito il suo massimo riconoscimento, i ?tre spicchi?.

Sono tutte premiate con i ?tre spicchi? anche le altre pizzerie della maratona promozionale del Chiaretto: in Campania sono previste le soste da Acqu?e Sale a Sorrento e da 50 Kalò a Napoli, in Toscana all?Apogeo Giovannini di Pietrasanta, in Lombardia all?Enosteria Lipen di Triuggio al Montegrigna by Tric Trac di Legnano, in Umbria all?Urbino dei Laghi Ristorante e Naturalmente Pizza ad Urbino, nel Lazio da In Fucina a Roma, in Sicilia alla Braciera a Palermo, in Abruzzo alla Sorgente di Guardiagrele, nelle Marche da Mamma Rosa ad Ortezzano, in Toscana da ?O Scugnizzo di Arezzo. ?Sono locali condotti da pizzaioli che stanno valorizzando l?immagine di quello straordinario patrimonio italiano che è costituito dalla pizza Рdice il presidente del Consorzio del Bardolino, Franco Cristoforetti ? e noi pensiamo che il nostro Chiaretto possa essere un abbinamento ottimale?.

?Ci sono quattro diverse opinioni ? spiega Cristoforetti Рquando si tratta di decidere che cosa bere con la pizza. Chi beve birra, chi rigorosamente acqua, chi una bibita gassata e chi invece non rinuncia al vino. Noi crediamo che il Chiaretto, il vino rosato del lago di Garda, stia benissimo con la pizza, perché la sua freschezza agrumata lo rende eclettico, in grado di accompagnare benissimo i vari ingredienti che la creatività del pizzaiolo unisce alla pasta. A partire dal pomodoro o dalla mozzarella, che oltretutto è proprio un matrimonio classico del Chiaretto. I salumi, le alici, i funghi, le verdure, perfino il tartufo nero sono tutti incontri gastronomici perfetti per il Bardolino Chiaretto. Provare per credere?.

Intanto, il Consorzio di tutela ha realizzato un?edizione speciale di Chiaretto in formato magnum per le pizzerie premiate dal Gambero Rosso. Sulla maxi bottiglia √® scritto ?Chiaretto Loves Pizza?, il Chiaretto ama la pizza. Tutti i pizzaioli che si sono aggiudicati i ?tre spicchi? del Gambero Rosso, e anche le migliori pizzerie d?asporto vincitrici delle ?tre rotelle?, l?hanno ricevuta durante le premiazioni che si sono svolte a Napoli ed ora sta per essere inviata anche alle pizzerie che hanno ottenuto i ?due spicchi? e le¬†“due rotelle”. ?Ma la nostra attenzione al mondo della pizza ? dice il presidente del Consorzio del Bardolino Chiaretto ? continuer√† anche con altre iniziative dedicate ad un settore che rappresenta una punta di eccellenza dello stile di vita italiano?.

The post Chiaretto loves pizza appeared first on Aristide, a wine blog.

La Sorgente del Vino La Sorgente del Vino La Sorgente del Vino
La Sorgente del Vino
TrackBack
[10/28/2007, 17:43] Delle meraviglie di un'etichetta
La Sorgente del Vino

"Dopo il d? di Sant' Urbano,
pi? non gelano tralci e grano"

La prima volta che vidi quest'etichetta rimasi inorridito, anzi, se ricordo bene, la mia prima esclamazione fu qualcosa simile a "ma cos'? quest'orrore kitsch?"

Poi, come spesso succede con le cose estreme -musica, arte, design, persone- inizi ad esserne incuriosito, poi attratto, poi affascinato per finire ad esserne il primo supporter, cercando di far capire agli altri, quelli che come te, all'inizio, storcevano la bocca, che questa ? arte allo stato puro. Forse, anzi no, sicuramente la pi? bella etichetta mai vista su una bottiglia di vino.

Grazie, Sant'Urbano, per esserti fatto martirizzare in una vigna nel II secolo.
Grazie, Weingut Knoll, per aver pescato nella tradizione e per aver disegnato un'etichetta cos? deliziosamente kitsch!


TrackBack
[07/25/2008, 13:44] Famolo strano
Non fai in tempo a scrivere un paio di post sugli antociani dell'uva, e di come una colorazione blu scura sia pi? gradita di quella rossa, che subito ti prendono in parola e tirano fuori i pomodori neri, i "Sun Black", come strombazzato dalla Stampa e dalla televisione. Le ragioni ufficiali per cui il pomodoro nero ? meglio di quello rosso, sono il maggior contenuto di antiossidanti e di vitamine che, come ? noto, allungano la vita e hanno anche un leggero effetto Viagra. Le ragioni reali, come spiegato dal Reset-Italia e soprattutto dal sito del CNR (stiamo parlando del 2006, altro che novit?!!), sono le seguenti:
TrackBack
Tecnorati